Erotic Lunch: il gusto del godimento

di Paolo Bianchi

Eros e Thanatos, ovvero principio di vita e principio di morte, questo è il bivio di fronte al quale ci si trova sin da quando si fa ingresso ad un evento Erotic Lunch. Ma la magia consiste proprio nel fatto che, eroticamente, questo pranzo (o cena) esperienza non ci costringe a scegliere, ma ci conduce pienamente e generosamente in entrambi i sentieri: quello della piacevole perdizione e quello della peccaminosa esaltazione. Buio, mistero e antica decadenza ci accolgono per facilitare la discesa interiore, la calata del filo a piombo negli anfratti delle nostre ombre, della nostra psiche.
.

Senith

Senith

Ma lì, trascorsa la selva oscura della nostra morale, nel buio non si incontra il dolore, no, bensì il godimento.
La sintonia tra cibo ed erotismo è cosa nota, è classico senza tempo. Ma, ad esempio, in letteratura ciò si limita a volte a mero simbolismo: lì dove gli alimenti richiamano, il più delle volte visivamente e banalmente, organi genitali o atti sessuali. L’esperienza Erotic Lunch è invece più complessa e completa, è gioco di sensazioni ed è un continuo suggerire, ispirare, e soprattutto sussurrare.
.

Come ogni esperienza erotica che si rispetti l’Erotic Lunch nasce con e da quel lieve e stimolante imbarazzo, ma è inevitabile scivolare piacevolmente nella confidenza più intima.
Pietanze sapientemente preparate e presentate, letture scelte, pitture, momenti di teatro, coinvolgimenti collettivi ed individuali consentiranno a Senith, regista, attrice e autrice del progetto artistico, e a tutta la compagnia – divisa tra tavoli-palco e cucina – di penetrare in voi per aiutarvi a librare verso il desiderio, lì dove tra erotismo e gusto non vi sarà più differenza e tutto sarà finalmente raccolto in una sola parola, che è la parola piacere.

La prossima occasione per vivere l’esperienza dell’erotic lunch l’avremo il giorno 9 aprile, alle ore 20:30, al Pop Porn presso il Circolo degli Illuminati. Per seguire anche i prossimi appuntamenti Erotic Lunch lo si può fare seguendo la pagina Facebook dedicata.

.

(Riproduzione riservata)